Quando siamo stati in Olanda per la prima volta io e mio marito, ho subito pensato che sarebbe stato un viaggio ideale per i ragazzi, perché è un paese che offre tante opportunità di divertimento e scoperte per loro. Così dopo l’invito di un mio carissimo amico ad ospitarci lì, lui abita a Rotterdam, ho subito fatto i biglietti dell’aereo. La compagnia con cui siamo partiti è EasyJet , con la quale ci troviamo benissimo e quest’anno per la prima volta ho fatto il check-in online: Santa cosa per chi ha dei bambini al seguito!. Eviti le file e fai tutto con serenità. Il volo da Napoli e atterrato ad Amsterdam.

Andrea e il suo alter ego all’aeroporto di Schipol

Siamo stati accolti dal nostro amico che ci ha consigliato di fare subito la “OV chipkaart”. Una sorta di card che ti permette vi viaggiare su autobus, tram e metropolitana tranne sui treni, dove il biglietto viene acquistato a parte. Può essere ricaricata, in base alle tue esigenze, presso stazioni e punti autorizzati.

Il primo giorno abbiamo visitato Rotterdam che ha molte costruzioni moderne per via della guerra. Si perchè purtroppo è stata una delle città più colpite dai bombardamenti, ma ha anche una parte molto caratteristica, tanti parchi giochi e uno zoo meraviglioso.

 Case cubiche di Piet Blom

Market hall all’interno di questo edificio gigante c’è un mercato alimentare con in vendita tanti cibi da tutto il mondo

Vicino al porto di Rotterdam, ci siamo ritrovati in un museo a cielo aperto, dove c’erano vagoni treno d’epoca, vecchi macchinari  a carbone per permettere alle navi di muoversi e una riproduzione di un faro.

Non poteva mancare la sosta del “cuoppo” con le patatine spalate da un mix maionese (lì è dolcissima) e salse varie.

Ovviamente come resistere a negozietti come “Dille & Kamille” . Un paradiso per le amanti come me di biancheria e oggettistica per la casa. Non vi nascondo che punto ad avere una casa come questo negozio lol.

Ecco una delle zone della Rotterdam antica rimasta intatta. Non è stupenda? Avevo la sensazione di stare in una puntata di “Dawson’s Creek”.

Il cappuccino a metà pomeriggio è d’obbligo in uno di questi splendidi caffè.

Il secondo giorno ci siamo recati in uno di quei paesini tipici olandesi: kinderdijk. Dove ci sono 19 mulini molto caratteristici che appartengono al patrimonio mondiale dell’UNESCO e pensate che alcune persone ci vivono.

Incanto puro

Una visita allo zoo di Rotterdam non può mancare. Sono presenti tanti ambienti diversi dove i bambini possono stare a contatto con gli animali. Il biglietto costa 23,00 euro per gli adulti e 18,50 per i bambini dai 3 ai 12 anni.

Andrea il solito burlone!

L’ultimo giorno abbiamo portato i ragazzi nella magica Amsterdam. Ogni volta è come la prima, scopri sempre qualcosa in più. I canali in estate gremiscono di barche su cui i giovani e famiglie allestiscono piccoli pic-nic, e ad ogni ponte c’è qualche amico che li aspetta per aggregarsi.

Spero vi sia stato utile questo post. Ci ho messo un pò per scriverlo, ma ci siamo trasferiti nella nuova da poco e potete capire le mille che cose che ci sono da fare.

A presto

Valeria

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *